“Poesia d’Odio”

The Poem

Tratto da “Maree Oniriche” (2016) Streetlib Publishing

Siamo a sei passi dal mare più sporco,
Immaginando la neve d’ottobre,
Una petroliera al largo del porto,
Su tutti i balconi danzan bandiere.

E forse mi manca affacciarmi sul grigio
Di mura sporcate dai bus e dal sale,
Da quelle persiane che sanno di fumo
Su cui me ne stavo a guardarti dormire.

Avevo vent’anni, di vizi e cervello
E tu qualche in meno ma non lo dicevi
Ma già mi pentivo di dirti è più bello
Il mondo da quando con me camminavi.

Se avessi modo ancora adesso
Di prenderti a parte e confessare:
Sì, è vero che il mondo non era lo stesso
Ma, amore, l’avevi già reso peggiore.

Photo by Blaque X on Pexels.com