“Our Sweet Carnage”

Swallow this glow,
Let’s forget the lights, tonight,
We’re gonna die in this town.
We’ll drink from the bottle,
Replace our blood
With Jack and coke
And laugh our heart out.
I’m still trying to survive,
I’m trying to hate
Your perfect frowns.
I’d better close my mouth,
I’d better turn around.

‘Cause every time you call my name
The colors fade
And every wall I’ve built so far
Is blown away.
Don’t open your eyes,
One kiss, so I can die.
Don’t leave my hand, now
And time won’t pass us by.

I’m wasting my night
On a bench with a beer
And a melody killing me.
I’m writing your name
On the walls of a bank
Then another Vicodin.
I’m still out of your dreams
And I hold on to everything
We’ve never been.
I’d better leave this town, my dear,
I’d better leave
As long as I can breathe

‘Cause every time you call my name
The colors fade
And every wall I’ve built so far
Is blown away.
Don’t open your eyes,
One kiss, so I can die.
Don’t leave my hand, now
And time won’t pass us by.

Three cheers for the carnage
Inside my gullible heart.
Steal my habits,
Walk in my days,
Whisper you’re mine.

TRADUZIONE ITALIANA

La Nostra Dolce Carneficina

Ingoia questo bagliore,
Dimentichiamoci delle luci, stasera,
Moriremo in questa città.
Berremo dalla bottiglia,
Sostituiremo il nostro sangue
Con Jack e Coca
E rideremo a perdifiato.
Sto ancora tentando di sopravvivere,
Sto provando a odiare
Le tue smorfie perfette.
Farei meglio a chiudere il becco,
Farei meglio a tornare indietro.

Perché ogni volta che mi chiami per nomi
I colori sbiadiscono
E ogni muro che ho costruito finora
Viene soffiato via.
Non aprire gli occhi,
Un bacio, cosicché possa morire.
Non lasciarmi la mano, ora
E il tempo, per noi, non passerà.

Sto sprecando la mia notte
Su una panchina con una birra
E una melodia mi stà ammazzando.
Sto scrivendo il tuo nome
Sui muri di una banca
Poi un altro Vicodin.
Sono ancora fuori dai tuoi sogni
E faccio affidamento
A tutto quello che non siamo mai stati.
Farei meglio a lasciare questa città, mia cara,
Farei meglio a partire
Finché riesco ancora a respirare

Perché ogni volta che mi chiami per nomi
I colori sbiadiscono
E ogni muro che ho costruito finora
Viene soffiato via.
Non aprire gli occhi,
Un bacio, cosicché possa morire.
Non lasciarmi la mano, ora
E il tempo, per noi, non passerà.

Tre urrà per la carneficina
Nel mio cuore ingenuo.
Ruba le mie abitudini,
Cammina nei miei giorni,
Sussurra che sei mia.