“Galassia”

The Poem

Tratto da “Ali” (2014) Streetlib Publishing

Avesse un senso potrei spiegarti il focolare
Che nell’istante in cui appari m’assale
E come orde di ragni marcianti sale
L’ennesimo sogno, dal petto agli occhi di sale
Distinto m’approccio come mio solito
Benché nel buio di un torbido angolo
Mi lascia persino il dolce razionale
E tra stupide frasi di cuore ormai orbito
Ché non sei né sarai tutto il mio mondo
Ché se a caso mi stacco dal senso comune
Sarei solo un sole che ammira profondo
Il tuo volto, tu che saresti galassia d’amore.

Photo by Miriam Espacio on Pexels.com