“Convinzioni”

The Poem

Tratto da “Ali” (2014) Streetlib Publishing

Le convinzioni di un folle
Scremate dal canto dell’ultima pioggia
Che soffoca e cambia
Per sempre o per forza
Anche l’animo forte
E un grazie
Alla prosa di ferro
Che mi salva dal freddo
Rendendomi enorme
Senza bisogno d’esser grande
E mi volli arrendere
Al senso che non trovai
Nelle domande agli dèi,
Negli scrigni da me sepolti.
Le gestazioni dei miei incubi.
La collezione di tormenti
Che mai servirono
Per farti poi entrare
Nel mio attico infracostale
Dove inquieto cerco ancora
Il sapore di un bacio
Che mai ricevetti
O il suono di una mezzora
A cui non voglio pensare
Per non perdere il senno
In soffitti di stelle
A disegnare un futuro
Troppo perfetto
Con la testa che dorme
– Che dorme sul serio –
Posata sul tuo petto.

Photo by Kristin Vogt on Pexels.com