“Buio alle Quattro”

The Poem

Tratto da “Maree Oniriche” (2016) Streetlib Publishing

Sì, è strano, fa buio alle quattro,
Ti stringi sul tè avvolta in un vizio,
Il fumo sugli occhi del gatto,
Io, in tuta che accenno un comizio;

Tu non m’ascolti ma senti
Quanto da un mese e qualcosa
Restiamo insieme ma sempre distanti,
Io le spine, tu la rosa.

Sì, è strano, ancor buio alle quattro
E ti stringi su me e sopra un “no”,
Io fumo e mi perdo sul tetto,
Tu dentro ai tuoi album retrò

E io non ascolto ma sento
Quanto da dopo stasera
Saremo un soffio nel vento,
Niente mai più come era.

Photo by GEORGE DESIPRIS on Pexels.com