[Reblog] “Il giorno e la notte”

Ogni duemilaquattrocento metri (presumibile distanza) un cipresso, un olmo, sempre dalla parte opposta della mezzeria: qualche nebbia infittisce  mano nella mano col tramonto per il resto erba di nessun odore,  anche fosse ferrovia non potrebbe essere più noiosa, ogni voglia è bestemmie niente neve, non ne abbiamo più esaurita tutta assieme a librerie, negozi di […]

Il giorno e la notte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.