“Rosso di Sedia, Bel Tempo si Segga”

Ci fu un tempo in cui Glodio portava i capelli rossi. 
Non è che li aveva rossi ma li portava nella tracollana, la comoda borsa agganciabile al ciondolo della collana.
Tutti lo prendevano in giro ma lui pativa e spesso vomitava sui sedili posteriori delle macchine dei suoi amici.

O meglio, ex-amici.
Fortunatamente riuscì a fare amicizia con un altro pel di carota, Gigino, figlio del fabbro che, fin da piccolo, lo utilizzava come strofinaccio per rimuovere la ruggine dalle spranghe.
Utilizzava la testa riccioluta e il colore dei suoi capelli diventò rosso.
Glodio e Gigino avevano una passione comune: la musica.
Si vedevano tutti i pomeriggi per duettare, i primo con la tromba e il secondo con il pianoforte.
Ma Gigino si ammalò di qualcosa che solo i fenicotteri fecondi potevano trasmettere. 
Ma non smisero si suonare. 
Nemmeno dopo le lamentele del condominio. Nemmeno dopo che i timpani lacerati della mamma di Glodio ne causarono la morte. Purtroppo qualcosa stava cambiando. Non c’era più armonia tra i due. E in un gruppo è fondamentale.
Eppure la loro amicizia era annodata con laboriosità grazie a gomitoli di feeling.
Si stavano allontanando.
Si allontanavano e Gigino guariva.
Guariva piano piano.
E Glodio pativa la sua messa in sesto, essendo ateo e abituato ad arrivare quinto.
Glodio soffriva quell’amicizia senza dialoghi e lo scriveva sul suo diario ogni sera prima di andare a letto.
Nessuno lo aveva mai fatto soffrire così.
Ma Gigino guariva, riprendeva colore.
Prima il verde.
Non era bello a vedersi ma nemmeno a sentirsi.
Nemmeno a toccarsi, figuriamoci a gustarsi. 
Ne manca uno. 
Ah si. Aveva però un buon odore. 
Ed era ciò che più mancava a Glodio. 
Glodio lo vedeva allontanarsi e incolpò la musica di questa distanza e forse aveva ragione. 
Gigino guariva ma i suoi tasti neri e bianchi erano sempre più distanti da Glodio. 
È proprio vero che chi va al piano va sano e va lontano. 

tratto da “Filosofia Spicciola Per Chi Vuole Cambiare” – 2012

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.